Dolore alla spalla

Osteopatia Spalla, Trattamenti ed Esercizi per eliminare il dolore

Un classico, il binomio “osteopatia spalla”, quando si interviene per risolvere un problema che sorge per diverse cause: traumatiche, degenerative, viscerali, psicologiche ma, soprattutto, a causa della postura scorretta che assumiamo durante il giorno o anche durante la notte.

La spalla è molto delicata e può restare vittima di traumi diversi, dai colpi ricevuti ai movimenti impropri, ma anche all’usura dovuta agli anni (tipica la lesione al muscolo sovraspinato) o a posture e a sovraccarichi di lavoro che possono deteriorarne la funzionalità.

I fattori anatomici e non che possono causare problemi alle nostre spalle sono davvero tanti.

Ecco perché come sempre, è fondamentale  una prima visita osteopatica per capire le cause del malessere.

Il dolore alle spalle da postura scorretta

La causa più ricorrente del dolore è la postura errata delle spalle proiettate in avanti, su un torace “chiuso”.

A provocare questa condizione sono le ore che passiamo al PC, deleterie non solo per le spalle ma anche per la cervicale.

La scarsa mobilità delle spalle

Una condizione che causa il dolore alle spalle è anche la scarsa mobilità. Le nostre braccia, infatti, nei gesti quotidiani vengono sempre tenute basse e mai alzate sopra la linea delle spalle. Non ce ne rendiamo conto che le spalle sono rigide e bloccate, prive di elasticità, con il  conseguente accorciamento di tutti i muscoli che le muovono.

I problemi alle spalle derivanti da altre zone e organi

Talvolta il dolore alle spalle può comparire come effetto di altri problemi a carico della cervicale (le spalle sono fortemente influenzate dalla posizione della testa e del collo e la cervicalgia porta ai dolori alle spalle) e della colonna dorsale (ipercifosi), oppure può derivare da problemi viscerali (cuore, fegato, stomaco, cistifellea).

Il dolore alle spalle e l’età

ipercifosi terza età

Un fattore che dobbiamo considerare è anche l’età, con il passare del tempo, infatti, la degenerazione della cuffia dei rotatori è un processo fisiologico, specialmente quella del muscolo sovraspinato per la posizione anatomica interposta tra le due ossa, acromion e clavicola.

Dolori alle spalle e Diaframma

A conferma di quanto anche il binomio osteopatia spalla sia interessato dal concetto olistico di correlazione tra organi e strutture anatomiche, entra in gioco anche qui il diaframma contratto.

I problemi delle spalle

Come premesso, sono diversi i problemi delle spalle che possono sorgere e provocare dolori e fastidi.

Eccoli riassunti in questa lista che potrà darvi un’idea delle cause del dolore e di come poter risolvere con l’osteopatia per la spalla:

  • tendiniti della cuffia dei rotatori
  • conflitto subacromiale
  • lesioni del muscolo sovraspinato
  • infiammazioni del capo lungo del bicipite
  • borsiti
  • artrosi dell’articolazione, acromion claveare
  • spalle congelate o capsule adesiva
  • periartriti scapolo-omerali
  • problematiche associate alla colonna dorsale, alla cervicale, interferenze viscerali e posture lavorative inappropriate e prolungate.
manovra osteopatia braccia e spalla

Tendiniti alla spalla e Tendinopatie

tendinite spalla

La tendinite alla spalla è una delle cause di dolore più frequenti che mi capita di trattare.

Le tendinopatie (problemi dei tendini) più comuni sono quelle del sovraspinato, del sottospinato, del capo lungo del bicipite, meno diffuse quelle del sottoscapolare.

I fastidi si manifestano quando dormiamo o quando alziamo un braccio in una delle tante attività quotidiane (mangiare, vestirsi, pettinarsi, lavarsi la schiena).

I problemi ai tendini più comuni sono:

  • infiammazione
  • usura
  • lesione
  • traumi
  • calcificazione
  • alterazioni posturali.

Dorso curvo (ipercifosi), dorso piatto e postura delle spalle

Le spalle e le scapole non assumono una posizione corretta quando il dorso non rispetta la fisiologia della cifosi, associata a un torace rigido.

La postura della scapola influisce sulla possibilità di sviluppare un problema alla spalla. E quante ore passiamo in ufficio con le spalle chiuse in avanti, rigide, sempre contratte davanti? E quante ne trascorriamo ancora con il capo curvo sullo smartphone?

Tutte queste posture scorrette comportano un aumento dei carichi sulla colonna e, quindi, un aumento delle tensioni muscolari e del peso che le vertebre devono sopportare.

Con l’avanzare dell’età, inoltre, la ipercifosi toracica aumenta a causa della diminuzione della massa e della forza muscolari, della robustezza dell’osso e per indebolimento del tessuto

Diaframma bloccato e dolore alle spalle

“Se non è libero il diaframma non c’è un buon movimento di spalle”
(cit. Françoise Mézières).

Il diaframma è il primo motore della respirazione (come potete approfondire nell’articolo “ll diaframma e il mal di schiena”), ma anche quello che subisce lo stress.

In condizioni di stress, la respirazione si modifica, il torace è ostacolato e rallentato nel suo movimento.

È tipico dei soggetti ansiosi usare poco il diaframma con la conseguenza di una respirazione alta, trattenuta durante l’espirazione, molto superficiale e frequente. Il diaframma risulta bloccato in inspirazione con associata la depressione sternale e la gabbia toracica molto espansa.

Da un punto di vista meccanico, questo tipo di respirazione comporta un maggior utilizzo dei muscoli inspiratori del collo (scaleni e piccolo pettorale), chiamati “muscoli inspiratori accessori”, che invece dovrebbero intervenire nella respirazione solo in caso di respirazioni profonde e sotto sforzo. Se la respirazione superficiale diventa un’abitudine, si innesca una condizione di rigidità cronica.

A risentirne sarà la mobilità delle spalle perchè alla contrattura del diaframma segue quella del piccolo pettorale, che origina da una porzione della scapola e dalle prime 3 coste, portando le spalle a curvarsi in avanti.

Visceri e dolori alle spalle

Per capire come sia possibile che il problema di un viscere si ripercuota sulla spalla bisogna fare riferimento al dolore riferito, ossia al dolore che origina da un viscere e che può essere riferito a strutture somatiche anche distanti.

Quando un dolore viscerale è sia locale sia riferito, sembra “si irradi” dalla sua sede di origine. Tipici esempi sono il dolore alla punta della spalla per irritazione del centro del diaframma; al lato ulnare del braccio sinistro per il dolore cardiaco; al testicolo per la colica ureterale.

Problemi della masticazione, ATM e dolori alle spalle

Diverse condizioni che interessano la masticazione e l’articolazione temporo-mandibolare si ripercuotono sulla cervicale e sulle spalle, in virtù della correlazione tra unità funzionale mandibola-rachide cervicale e cingolo scapolare,

e sono:

  • bruxismo
  • serramento notturno
  • classi occlusali non corrette
  • tensione ai muscoli masticatori
  • usura dell’ATM
  • click mandibolare
  • denti mancanti.

Osteopatia Spalla, Trattamenti ed Esercizi

L’osteopatia si dimostra molto efficace nella riabilitazione della spalla dolorosa, affiancata a esercizi specifici e a esercizi globali (Posture Mezieres in catena muscolare).

Come dimostra anche questo studio, persino in persone tra i 65-70 anni, e con una rottura della cuffia dei rotatori, la terapia conservativa con esercizi e miglioramento della postura è stata preferita all’intervento chirurgico.

L’osteopata analizza la spalla per portare alla luce eventuali blocchi fasciali o viscerali, che ne ostacolano il movimento, e lavora con tecniche manuali, tecniche osteopatiche viscerali, strutturali, tecniche miofasciali, considerando la spalla e le sue connessioni con il resto del corpo.

Con l’esercizio fisico, sia in studio sia in casa, si può intervenire sulla posizione delle spalle protesa in avanti, sull’accorciamento di alcuni muscoli anteriori e sul rinforzo del tono dei muscoli posteriori della schiena, specialmente quelli inseriti tra le scapole.

Con esercizi più specifici e con gli esercizi globali (Posture Mezieres), si interviene sul torace e sulle principali catene muscolari che attraversano il corpo, la catena antigravitaria posteriore e quella anteriore.

Orari di apertura

  • LUNEDÌ 11.00 – 20.00
  • MARTEDÌ 09.00 – 20.00
  • MERCOLEDÌ 11.00 – 20.00
  • GIOVEDÌ 09.00 – 20.00
  • VENERDÌ 11.00 – 20.00
  • SABATO 09.00 – 13.00
  • DOMENICACHIUSO