Gobba del bisonte? osteopatia ed esercizi

Gobba del bisonte lipodistrofia cervi o-dorsale

Nel mio studio di osteopatia a Roma ricevo molti pazienti che presentano questo fastidioso inestetismo a livello cervico-dorsale, una sorta di “gobbetta” chiamata a ricordo dell’animale ”gobba del bisonte“, che comporta una serie di disturbi a livello della cervicale, collo e spalle.

Ma cos’è, come si forma?Vediamo di capire meglio di cosa si tratta e come affrontare il problema.

Gobba del bisonte o lipodistrofia cervico dorsale

Definizione della gobba di bisonte

La  denominazione comune è “gobba del bisonte” ma in realtà, la definizione clinica di questa problematica è Lipodistrofia Cervicodorsale (Dorsocervical fat pad) e sta ad indicare un accumulo adiposo in questo tratto della colonna vertebrale. 

Consiste in un inestetismo cellulare e cutaneo che si evidenzia in corrispondenza della base del collo (cervicale) per estendersi alle prime vertebre dorsali.

Zona cervico-dorsale nella gobba di bisonte

Denominata anche come “schiena della matrona” o “gobba del bufalo”, si caratterizza per il suo aspetto poco gradevole determinato da un deposito di grasso misto a tessuto fibroso scarsamente vascolarizzato, situato apicalmente alla settima vertebra cervicale.

Gobba del bisonte o lipodistrofia cervico dorsale

Tale gibbosità interessa tanto il sesso maschile quanto quello femminile, conferendo una lieve preponderanza nelle donne.

Fisiologia delle curvature della colonna vertebrale

Spostamento delle curve tra tratto cervicale e dorsale

La zona di passaggio tra le ultime vertebre cervicali (C6-C7) e le prime dorsali (D1-D2) è un punto molto importante per far “funzionare” al meglio la colonna vertebrale. Infatti questa zona è il punto di passaggio tra la curvatura dorsale(cifosi) e la curvatura opposta della cervicale(lordosi) che nella fisiologia dovrebbe rimanere tale. Ma raramente troveremo questo corretto passaggio con molto spesso “slittamenti” della cifosi dorsale fino a C6, formando appunto quella inestetica gobba di bisonte concentrata proprio lì: il resto della colonna dorsale sottostante risulterà appiattito e la colonna cervicale alta rettilineizzata.

Come si forma la gobba di bisonte?

La zona interessata della cerniera cervico-dorsale che forma la gobba di bisonte è costituita da vertebre, muscoli ,pelle e grasso. Ma cosa succede ai muscoli di questa zona perché si formi questo “scalino”? Si crea uno squilibrio tra muscolatura anteriore(scaleni,SCOM) e posteriore del collo, dove la prima predomina sulla seconda andando quindi a determinare un atteggiamento di verticalizzazione o rettilineizzazione e anteposizione del distretto cervicale.

Muscoli sternocleidomastoidei cervicali muscoli del collo

A questo quindi, come meccanismo di compenso, avviene il blocco in posteriorità (indietro) delle prime vertebre toraciche per evitare di “cadere” in avanti. Questo quindi genera un ancora più evidente scalino nella zona cervico-dorsale.

Variazione curve dorsali e cervicali nella gobba di bisonte

L’importanza della zona cervico-dorsale(C7-D1-K1)

La cerniera C7-D1 insieme alla prima costa(K1),dal punto di vista osteopatico và inserita nel concetto di globalità.

Deve essere considerata sotto vari punti di vista:

  • meccanico, come punto di passaggio armonico tra la curvatura cervicale(lordosi) e la curvatura dorsale(cifosi)
Arterie vertebrali colonna cervicale
  • fluidico, come punto di passaggio delle arterie vertebrali,succlavie e carotidi, vasi importantissimi per l’irrorazione della testa e degli arti superiori
Vasi e nervi del tratto cervicale
  • neurologico, per la presenza a questo livello di un importante “centralina” chiamata ganglio stellato o ganglio cervicale inferiore che genera nervi per le vertebre cervicali e relativi dischi, per le 2 arterie vertebrali(nervo di Frank) , per vari visceri(cuore,pleura,esofago),comunica con il nervo vago e frenico, e attraverso i rami per l’arteria succlavia gestisce tutta l’irrorazione dell’arto superiore.
ganglio cervicale inferiore o ganglio stellato cervicalgia brachialgia problemi respiratori cefalea vertigini tachicardia
ganglio cervicale inferiore o ganglio stellato cervicalgia brachialgia problemi respiratori cefalea vertigini tachicardia

Cause della gobba di bisonte: posturali o altro?

Sono varie le cause che possono predisporre alla gobba di bisonte e bisogna sottolineare che questo processo di “deformazione” avviene nel tempo, non di certo ci si sveglia la mattina con la “gobbetta”!

Le principali cause sono legate a:

  • fattori genetici
  • cattiva respirazione
  • alterazione della normale circolazione dei fluidi nel corpo umano
  • scompensi posturali
  • postura scorretta della testa, atteggiamenti viziati secondari a cause emotive (tensioni, condizioni di stress, ansie).

Sintomi associati alla gobba del bisonte

Se c’è compressione in questa zona per tutte le relazioni viste in precedenza si possono avere:

  • problemi all’arto superiore: dolore alle spalle,acroparestesie,formicolio mani,falsa Sindrome di Raynaud (vaso spasmo della mano)
  • problemi viscerali: tachicardia, false dispnee, broncospasmo,asma,disfagie(esofago)
  • problemi alla testa: cefalee e vertigini, emicranie
  • rigidità nei movimenti di rotazione del capo (soprattutto negli ultimi gradi)
  • tensioni sul muscolo trapezio (la giunzione cervico-dorsale è importante per il tono di questo muscolo)
  • compressione delle radici nervose delle vertebre coinvolte  (cervicobrachialgia e discopatie)
  • limitazione nei movimenti di estensione del capo.

La respirazione nel soggetto con gobba del bisonte

Una alterata meccanica respiratoria legata al muscolo principale della respirazione, il diaframma, può coinvolgere, in modo errato, la muscolatura cervicale e i muscoli accessori del collo. Ciò comporta un irrigidimento, ai limiti della paralisi, dell’ultima vertebra cervicale (C7) e delle prime vertebre dorsali (D1-D2-D3).

Relazioni tra diaframma cervicalgia e gobba del bisonte

L’intervento dei muscoli accessori della respirazione (muscoli scaleni e piccolo pettorale) pongono il torace verso l’alto per agevolare l’espansione della gabbia toracica ma, non essendo in grado di decontrarsi adeguatamente, mettono in blocco sia le prime due costole che le prime due vertebre dorsali contro la settima vertebra cervicale.

Fisiologia della respirazione muscoli interessati diaframma

A seguito di tale “blocco meccanico“, seguiranno un blocco circolatorio ed un blocco energetico. La fibrosità e adiposità e ispessimento dei tessuti che ne consegue darà origine, proprio in questa regione, alla “gobba di bisonte” con con compressione meccanica dei dischi intervertebrali(discopatie).

Postura scorretta della testa e gobba di bisonte

Oggi, sempre più persone passano molte ore davanti allo schermo di un computer, di un tablet o di un telefonino. Questo obbliga a mantenere sempre la testa sbilanciata in avanti, abitudine che probabilmente aumenterà nei giovani d’oggi che passano molto tempo sui social.

Postura su pc e tablet che modifica la colonna cervicale e forma la gobba di bisonte

Aumentando la cifosi dorsale, la testa tende ad andare verso il basso, perdendo il nostro campo visivo. Per ritornare a guardare in avanti, facciamo l’errore di elevare solo la testa e non tutto il tratto cervicale, causando un’iperlordosi cervicale.

Come eliminare la gobba di bisonte?

La domanda che mi fanno tutti i miei pazienti.

Come precedentemente esposto sulle cause che determinano la gobba di bisonte, si agirà su ognuna di esse. Il lavoro è perciò multilaterale, ovvero bisogna dire al paziente che l’impegno è basato sul miglioramento della qualità di vita quindi si deve curare:

  • esercizio fisico,
  • respirazione,
  • alimentazione,
  • trattamenti manuali osteopatici,
  • equilibrare la postura.
Correzione del capo con esercizi per cervicalgia e gola a del bisonte

Eseguire esercizi di ginnastica mirata permette di rinforzare la muscolatura toracica e della schiena e di ottenere un’elongazione della colonna vertebrale.

Ecco alcuni esercizi efficaci per questa zona:

ll trattamento della gobba di bisonte prevede anche una rieducazione posturale Globale ove il paziente dovrà eseguire delle posture che tendano a ri-armonizzare i muscoli posteriori e anteriori e ripristinare il corretto funzionamento del muscolo diaframma.

Ciao, sono Simonetta Alibrandi , Osteopata , Posturologa e personal trainer, responsabile del sito. Scopri chi sono..